Quando lo storytelling sacrifica la verità

Quando lo storytelling sacrifica la verità

GIOVEDì 11 FEBBRAIO 2021

Ore 21.00

ONLINE (piattaforma Zoom)

Incontro online con Christian Elia e Marta Ottaviani

Partecipazione gratuita, su iscrizione (vedasi sotto)

Sullo sfondo della complessa situazione internazionale, tra diritti e geopolitica, i giornalisti Christian Elia e Marta Ottaviani si confronteranno sul ruolo del giornalismo nel raccontare storie, eventi, persone e leader fuori dagli stereotipi. A dieci anni dalle rivolte che sconvolsero il Nord Africa e il Medio Oriente, come possiamo capire la differenza tra verità e storytelling nei temi internazionali?

Christian Elia, condirettore di Q Code Magazine, ha raccontato più di 40 paesi per più di 20 testate, per anni con PeaceReporter ed E il mensile. Si occupa di Mediterraneo, Medio Oriente e Balcani. E’ autore di libri, teatro, documentari e radio. Con i suoi lavori ha vinto il premio Baldoni, il premio Giornalisti del Mediterraneo, l’IMMaginario DOC Festival, menzione speciale giuria Siani Reportage Prize, il premio il Reportage.

Marta Ottaviani, giornalista professionista freelance, ha lavorato come corrispondente dalla Turchia dal 2005 al 2013 per le maggiori testate italiane, fra cui Apcom, Avvenire, La Stampa e Radio24. E’ considerata una delle maggiori esperte italiane di Turchia. Dal 2008 ha seguito la crisi del debito greco e dal 2016 ha iniziato a specializzarsi anche sulla Russia e i territori dell’ex URSS. Il suo libro “Il Reis, come Erdoğan ha cambiato la Turchia” (2016) ha vinto il premio Fiuggi Storia

 

Iniziativa all’interno del progetto CombinAzioni… a step forward, approvato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e finanziato dal programma UE European Solidarity Corps

 

ISCRIVITI

A tutti gli iscritti sarà inviato via email il link di Zoom per partecipare