La pandemia non è uguale per tutti

La pandemia non è uguale per tutti

GIOVEDì 4 MARZO 2021

Ore 21.00

ONLINE (piattaforma Zoom)

Incontro online con Manuela Monti e Carlo Alberto Redi

Partecipazione gratuita, su iscrizione (vedasi sotto)

La pandemia COVID-19, come una cartina di tornasole, ha smascherato la normalità che viviamo e rivelato chi siamo: ora è il momento per pensare chi potremmo essere. Non è più possibile tornare alla normalità precedente la pandemia COVID-19: abbiamo raggiunto un punto di non ritorno. Quella normalità (pianeta devastato da ingiustizie e sfruttamento) è abitata dalle premesse e dalle condizioni capaci di generare le pandemie ed è dunque necessario sviluppare politiche di sostenibilità per giustizia sociale e giustizia ambientale.

Ma cosa succede all’interno del nostro organismo, delle nostre cellule, del nostro DNA quando siamo felici o tristi, sani o ammalati, affamati o sazi? Come la nostra vita, le nostre azioni ed emozioni quotidiane, le giustizie ed ingiustizie modificano il DNA? Un numero sempre maggiore di evidenze documenta un sostanziale legame tra il contesto sociale all’interno del quale ciascuno di noi vive e le funzioni del genoma delle cellule somatiche e germinali che compongono il nostro organismo. Le diseguaglianze sociali si traducono così in diseguaglianze di salute, le quali non solo vengono trasmesse in maniera intergenerazionale, ma determinano a loro volta diseguaglianze di opportunità, di reddito, di rango sociale in un meccanismo ricorsivo che rinforza lo svantaggio sociale che le ha originate.

 

Manuela Monti è ricercatrice al Policlinico San Matteo di Pavia e biologa e insegna Biologia delle cellule staminali all’Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS) di Pavia. Svolge ricerche con il National Institute on Aging di Baltimora (USA), con il Cell Cycle Research Group del Gurdon Institute, Università di Cambridge (UK) e con l’Institute for Stem Cell Biology and Regenerative Medicine dell’Università di Stanford (USA).

Carlo Alberto Redi è professore ordinario di Zoologia all’Università di Pavia e socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Svolge lezioni e seminari anche presso Università straniere: Amburgo, Lubecca, Duesseldorf, Caracas, Buenos Aires e Santiago del Cile. E’ Presidente del Comitato etico della Fondazione Umberto Veronesi. Con Manuela Monti svolge ricerche sulla neo-oogenesi: caratterizzazione e isolamento di cellule germinali staminali prelevate da ovari umani e murini.

 

Iniziativa all’interno del progetto CombinAzioni… a step forward, approvato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e finanziato dal programma UE European Solidarity Corps

 

ISCRIVITI

A tutti gli iscritti sarà inviato via email il link di Zoom per partecipare