A step forward

L’emergenza epidemiologica da Covid-19, attualmente in corso, ha spinto i giovani di CombinAzioni a effettuare un’analisi dei bisogni culturali territoriali, dalla quale è nata l’esigenza di inaugurare un nuovo progetto, dal titolo “CombinAzioni…a step forward”, che è stato finanziato dall’Agenzia Nazionale Giovani nell’ambito del programma comunitario European Solidarity Corps. I bisogni avvertiti dalla comunità locale sono legati al binomio “aggregazione” e “sicurezza”: dopo il prolungato isolamento, la comunità locale avverte la necessità di inaugurare un nuovo percorso di aggregazione e di confronto culturale, non solo ristretto a una settimana di festival, come in passato, ma prolungato nel tempo e in luoghi outdoor e digitali, che consentano di mantenere le distanze di sicurezza. Infine, è emerso in
maniera sempre più diffusa il bisogno di avviare un nuovo dialogo tra i decisori politici e le comunità locali sul futuro delle stesse, anche alla luce dei profondi sconvolgimenti sociali causati dal lockdown.

 

Il progetto si declinerà in tre azioni distinte:
1) avvio di un percorso di rigenerazione di spazi urbani indoor, di transito, tradizionalmente non a vocazione culturale, che si trasformeranno in palcoscenici itineranti di attività culturali ideate e progettate dai giovani del territorio con l’obiettivo di avviare un nuovo percorso culturale, di dibattito e di riflessione
collettiva, per affrontare assieme le sfide di oggi e di domani;
2) avvio di un percorso di digitalizzazione culturale, tramite l’ideazione di un ricco calendario di eventi culturali online e di un podcast che raccoglierà le registrazioni dei principali eventi culturali offline che realizzeremo nel corso di CombinAzioni festival 2020. L’obiettivo è quello di favorire un più ampio accesso alla nostra offerta culturale, allargando la platea dei beneficiari tradizionali, anche per massimizzare gli impatti e le ricadute nel territorio;
3) avvio di un percorso di dialogo strutturato tra giovani under 30 e decision makers del territorio, mediante l’ideazione di momenti di dibattito e di consultazione pubblica e di successivi laboratori e corsi di co-progettazione. L’obiettivo è quello di avviare un percorso partecipativo di scambio e confronto sui temi dell’innovazione culturale, consentendo ai giovani di partecipare alla costruzione del futuro della comunità in modo attivo e in sintonia con i comuni partner (Montebelluna, Trevignano e Volpago del Montello).

 

Presto saranno disponibili aggiornamenti sulle attività progettuali.