section-adcc9e4
https://combinazionifestival.it/wp-content/uploads/2022/06/FermentiInComune2022_logo-Rigenera-03-1030x791.png
https://combinazionifestival.it/wp-content/uploads/2022/06/Loghi-per-materiali-Fondo-20-212-1632x1632.png

Progetto “Rigenera: riqualifichiamo spazi e relazioni”, cofinanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale a valere sul Fondo per le politiche giovanili – anni 2020 e 2021

Avviso pubblico “Fermenti in Comune” – ANCI

section-2b9b5cb

Durata: maggio 2022 - maggio 2023

Soggetto proponente: Comune di Trevignano

Partner: Associazione CombinAzioni; Kirikù Società Cooperativa Sociale

L'avviso pubblico di ANCI. Con l'Avviso pubblico "Fermenti in Comune", l’Associazione Nazionale Comuni Italiani supporta i Comuni nell’attivazione di interventi volti a stimolare il protagonismo giovanile nella dinamica di rilancio dei territori. Attraverso il coinvolgimento diretto, nella progettazione e realizzazione di azioni territoriali, della popolazione nella fascia di età dai 16 ai 35 anni, si intendono costruire risposte alle principali sfide sociali che il contesto attuale propone.

Il contesto. Trevignano è stato uno dei primi comuni nell’Area Montebellunese ad attivare negli anni ‘90 azioni mirate di politiche giovanili (operatività di strada, azioni aggregative, educative e formative rivolte alla promozione del benessere dei giovani).

Conta 2221 giovani in target di età:
• 445 in età 16-19: frequentano le scuole superiori in comuni limitrofi (non ci sono scuole superiori nel comune). Solo una parte di loro partecipa ad attività organizzate soprattutto dagli oratori e dalle associazioni sportive che contano però un notevole calo di partecipazione dalla 1° superiore in su;
• 672 in età 20-25: di cui 212 sono universitari e 60 in cerca di lavoro e iscritti a Garanzia Giovani;
• 1104 in età 26-35: la maggior parte poco attivi nella vita della comunità e nelle realtà locali.

Le finalità. 

  1. intervenire sui gruppi di giovani a rischio
  2. aumentare i luoghi di incontro (al chiuso e all’aperto) rigenerando quelli con maggiori potenzialità
  3. valorizzare il tempo estivo con proposte di volontariato, cittadinanza attiva e cura dei beni comuni
  4. aumentare eventi culturali e aggregativi in cui giovani abbiano ruoli in “cabina di regia” diversificandoli a seconda dell’età
  5. costruire percorsi formativi su tematiche di rilevanza giovanile